L’estate si avvicina e tante donne, come me, tornano a fare i conti con un disagio cutaneo davvero antipatico e carico di insidie: la cellulite, ovvero i ristagni di grasso e liquidi nello strato profondo dell’ipoderma ed è primariamente sintomo di cattiva circolazione.

Almeno una volta nella vita, vi sarete imbattute nella ricerca di una soluzione a questo inestetismo che va affrontato su più fronti (curata alimentazione, costante esercizio fisico, idratazione, stimolazione dei tessuti tramite massaggio, elettrolisi …)

Oggi, desidero parlarvi di due rimedi naturali molto efficaci: trattamento con minerali vulcanici e terapia termica.

Vi sarete domandate spesso perchè le acque termali sono sinonimo di bellezza e di benessere. Ebbene le acque termali, così come le fumarole e i geyser sono fenomeni vulcanici secondari e sono emissioni di gas e acqua bollente, la conseguenza di magme nel sottosuolo.

Questi fenomeni si verificano nei territori che sorgono in corrispondenza di fratture profonde della crosta terrestre. Italia, Giappone e Stati Uniti sono tra i maggiori distretti colpiti da tali fenomeni. Ma è dell’Islanda che io oggi voglio parlarvi, un’isola giovane, sorta grazie alla spaccatura della crosta terrestre, la più grande area emergente della dorsale medio-atlantica.

L’islanda è frutto del vulcanismo, è una terra magica piena di risorse e inquietante allo stesso tempo, abitata dalle più grandi forze della natura, fuoco (vulcani) e ghiaccio (latitudine nord, vicino alla Groenlandia), un’isola che mi ha affascinato tantissimo.

Le sue sorgenti termali nascono grazie alle grandi e piccole fratture della crosta terrestre. Nelle aree in cui il magma risale e ribolle, si vengono a formare, in superficie, dei bacini in continua rigenerazione di acqua riscaldata dal cuore della terra e arricchita di preziosi minerali vulcanici ceduti dalle circostanti rocce basaltiche.

Le “piscine” naturali termali sono fonte di silicio, sodio, zolfo, calcio, alghe (che regalano il colore azzurro-latte all’acqua), sali, zinco, fosforo, iodio e magnesio. Immergersi in queste acque calde, è ultra benefico: il calore apre i pori e permette il passaggio dei nutrienti. I sali dell’acqua termale richiamano i liquidi stagnanti nel derma favorendone il drenaggio. Il principio è simile a quello della Thalassoterapia che sfrutta le proprietà dell’acqua di mare per rigenerare i tessuti. La differenza sta nella qualità delle sostanze minerali presenti in prossimità dei vulcani!

spiagge di sabbia nera

L’altro rimedio contro la cellulite legato alle acque termali islandesi, è la terapia del caldo-freddo: la differenza tra temperatura rigida esterna e quella molto calda delle piscine, non fa altro che favorire la circolazione sanguigna che sta alla base del benessere delle gambe e del sistema vascolare generale!

I vasi sottoposti allo stress termico, ora si dilatano ora si restringono “imparando” a diventare elastici e a pompare il sangue in maniera adeguata in tutti i distretti corporei. Questo trattamento fu ideato da Sebastian Kneipp (1821-1897) che in questo modo curò la sua tubercolosi.

scrub naturale contro la cellulitescrub naturale contro la cellulitescrub naturale contro la cellulitescrub naturale contro la cellulitescrub naturale contro la cellulitescrub naturale contro la cellulitescrub naturale contro la cellulite Islandascrub naturale contro la cellulitescrub naturale contro la cellulite Islandascrub naturale contro la cellulitescrub naturale contro la cellulite. piscine termali scrub naturale contro la cellulitescrub naturale contro la cellulitescrub naturale contro la cellulitescrub naturale contro la cellulite.Islanda scrub naturale contro la cellulitescrub naturale contro la cellulite.Vulcanoscrub naturale contro la cellulite. geyser scrub naturale contro la cellulite.fumarole, islanda

E allora, come riproporre a casa nostra il trattamento rigenerante anticellulite della vasche islandesi?

Un modo semplice è quello di massaggiare la pelle con una pasta di sale balsamica, uno scrub anti cellulite:

  • due pugni di sale fino
  • un cucchiaio di bicarbonato di sodio
  • 10 gocce di olio essenziale di eucalipto
  • un cucchiaio di argilla verde ventilata o caoilino (per le pelli più secche)
  • due cucchiai di olio di mandorle dolci
  • 3 cucchiai di acqua fredda
  1. Amalgamare il tutto e strofinare la pasta così ottenuta su piedi gambe e cosce umidi, o su tutto il corpo (solo se la pelle non è particolarmente sottile o tagliata).
  2. Immergersi in una vasca d’acqua molto calda per 15 minuti.
  3. Uscire dall’acqua ed immergere i piedi (sotto le ginocchia) in una bacinella d’acqua molto fredda e stare seduti in questa posizione per 5 minuti.

Il meccanismo di alternanza caldo freddo può essere ripetuto all’infinito, purchè lo si termini con la fase fredda, tonificante!

Lo sbalzo termico assieme al massaggio con i sali, aiuta osmoticamente la pelle a rassodarsi e a liberarsi delle tossine. La pelle a fine trattamento risulterà morbida, liscia, depurata, e luminosa.

Un prodotto già pronto all’uso, che mi sta facilitando moltissimo questa operazione anti-cellulite è lo scrub corpo naturale TREETS TRADITIONS, a base di olio di eucalipto, estratto di timo, ribes, argilla e minerali vulcanici che stimolano la circolazione e levigano la pelle.

L’azienda

Treets Tradition è un’azienda olandese che ho avuto l’occasione di conoscere in fiera Cosmoprof. Treets crede nella forza della Natura e si ispira alla sapienza delle nonne dal mondo, le uniche in grado di rivelarci i segreti della loro genuina bellezza. La missione di Treets Tradition è quella scoprire tali tradizioni ancestrali per metterle a nostra disposizione adeguandole alle esigenze correnti, sperando inoltre che questo prezioso bagaglio culturale si continui a tramandare di generazione in generazione.

Treets tradition offre attualmente cinque linee di benessere: amazzonica, asiatica, nordica, africana e dei rilievi alpini, ognuna con differenti e intrinseche proprietà cosmetiche. 

La linea nordica, la CARING Revitalizing Ceremonies, ci fa provare l’esperienza unica delle acque vulcaniche terapeutiche senza farci scomodare da casa.

Scheda prodotto

  • Denominazione: Revitalising Epsom Bath Salt, Eucalyptus and Volcanic minerals
  • Quantitá: 375g
  • Garanzie:  NO petrolatum, siliconi, parabeni, SLS, SLES, coloranti
  • Prezzo: 9.99 €
  • Reperibilità: http://www.treets.com

InciMagnesium Sulfate, Parfum (Fragrance), Bentonite, Eucalyptus Globulus Leaf Oil, Silica, Methylpropanediol, Lauric Acid, Lauryl Alcohol Diphosphonic Acid, Linalool, Hexyl Cinnamal, Citronellol.

É uno scrub semplicemente paradisiaco: profuma di eucalipto, non graffia e produce una piacevole crema al contatto con la pelle umida. Lascia la pelle super liscia, refrigerata tonificata per un benessere duraturo.

Ne faccio uso due volte a settimana, la sera, prima di un bagno caldo. Eseguo movimenti circolari vigorosi dal basso della caviglia verso l’alto, fino all’inguine.


É fondamentale nutrire la nostra pelle, in seguito ad un trattamento esfoliante con i sali. Io lo faccio con il burro corpo della linea amazzonica MOISTURISING energising secrets, con oli delle noci di tamanu, sacha inchi e il frutto di buriti, che servono a proteggere e a rivitalizzare la pelle; li usano da secoli le donne in Amazzonia come anti-aging e filtri solari. 

Scheda prodotto

  • Denominazione: Body cream
  • Quantitá: 250 g
  • Garanzie: NO petrolatum, siliconi, parabeni, SLS, SLES, coloranti
  • Prezzo: 12.99 €
  • Reperibilità: http://www.treets.com

Inci: Aqua (Water), Cetearyl Alcohol, Caprylic/Capric Triglyceride, Glycerin, Isoamyl Laurate, Dicaprylyl Ether, Helianthus Annuus (Sunflower) Seed Oil, Parfum (Fragrance), Mauritia Flexuosa (Buruti) Fruit Oil, Plukenetia Volubilis (Sacha Inchi) Seed Oil, Ceteareth-20, Isohexadecane, Phenoxyethanol, Glyceryl Stearate, Isoamyl Cocoate, Tocopherol, Caprylyl Glycol, Carbomer, Potassium Sorbate, Allantoin, Ceteareth-12, Cetyl Palmitate, Sodium Hydroxide, Geraniol, Butylphenyl Methylpropional, Limonene, Linalool, Alpha-isomethyl Ionone.

Si tratta di un burro ultra nutriente che non lascia scia e profuma di noci e frutti esotici.


Cari cuori verdi, con questo vi saluto. Spero di avervi trasmesso un po’ di freschezza, la voglia di combattere seriamente la cellulite, ma più in generale, la volontà di prendervi cura di voi stesse con i migliori prodotti di Madre Natura.

Se amate i trattamenti snellenti, vi potrebbe interessare anche mousse al

mango Nacomi recensita da Stefania

Alla prossima,

Seleziona lista (o più di una):

ecobiogirls

1 Commento su scrub anti cellulite con minerali vulcanici Treets Tradition

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo articolo ti é stato utile?