Anche oggi, per la rubrica “Lo sapevi che…”, abbiamo il piacere di avere qui con noi Eco bio girl Flavia che ci parlerà della sua esperienza con il pregiato olio di cumino nero.

Buona lettura


In questa splendida Domenica di sole, voglio parlarvi dell’Olio di Cumino Nero.

Quest’olietto si ricava dai semini neri della pianta asiatica Nigella sativa; per le sue svariate proprietà è usato come rimedio naturale nella medicina popolare orientale e nell’Ayurvedica indiana. Può essere impiegato ad uso cosmetico esterno, su pelle e capelli, e ad uso alimentare (se specificato).

È ricco di vitamine, soprattutto B1, B2 e B3, e contiene molti minerali come calcio, ferro e zinco.

PELLE

Poiché ha proprietà antinfiammatorie e antibatteriche, può essere usato nella cura di acne, eczemi e psoriasi; previene la comparsa di cicatrici, nutreleviga e lenisce l’epidermide, per questo è adatto anche per le pelli secche. Va applicato su pelle umida e massaggiato fino all’assorbimento. Posso confermare per esperienza personale le qualità pazzesche di questo olietto in quanto, usato in combo al Sapone di Aleppo nella skincare serale di un annetto fa, mi ha fatto sparire l’acne. Io lo presi da Ecco Verde della marca Najel ( vi lascio il link qui)

CAPELLI

Sulle nostre chiome può essere usato come impacco pre-shampoo nutriente ed antiforfora in quanto migliora l’idratazione e la morbidezza del capello. Si può aggiungere anche allo shampoo e al balsamo (anche se lo sconsiglio, poiché si rischierebbe di alterare la formulazione del prodotto e combinare un bel pastrocchio ).

USO INTERNO

Questo, a mio avviso, è l’utilizzo più interessante, perché riduce l’assimilazione del glucosio e la pressione sanguigna, aiuta a disintossicare l’organismo e migliora le prestazioni dell’intestino. Essendo un antibatterico naturale, incrementa le difese immunitarie. Per questo uso, deve essere acquistato un prodotto biologico realizzato al 100%  da cumino nero e spremuto a freddo; si consiglia uno/due cucchiaini al giorno diluiti con miele, oppure su pane e insalata. Inoltre, si può preparare una tisana lasciando in infusione in acqua calda per 10/15 minuti i semini di cumino nero e filtrando poi il contenuto.

ATTENZIONE!

Prima di utilizzarlo internamente, consiglio di rivolgersi prima ad uno specialista.

NON VA ASSUNTO PER VIA INTERNA DURANTE LA GRAVIDANZA

Ecco uno schema riassuntivo

Sperando di avervi incuriosito, vi lascio alla prossima puntata “focus on”, qui, in questo bellissimo spazio verde, e sul mio blog personale {Abioutifulmess}


Grazie Flavia!

Ci hai certamente fatto venir voglia di provare quest’olio dalle mille virtù.

ecobiogirls

2 Commenti su Olio di cumino nero

  1. you’re in point of fact a excellent webmaster. The site loading speed is incredible. It sort of feels that you’re doing any unique trick. Also, The contents are masterpiece. you’ve performed a fantastic job in this matter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo articolo ti é stato utile?