Oil pulling: il benessere in un sorriso! 

Bentrovati cari amici!

Oggi si parla di sorrisi smaglianti. Chi ne ha uno pronto?

Immagino che molti di voi abbiano già sentito parlare di Oil Pulling … Nientepopodimeno che il tema di oggi:-)

Oil pulling è un regime igienico indiano che letteralmente significa “espulsione con olio”, e che consiste nell’esecuzione di sciacqui orali con olio vegetale, allo scopo di liberare l’organismo dalle tossine della bocca (denti, gengive, guance e lingua).

L’ Oil pulling ammorbidisce il tartaro, rinforza le gengive, smacchia i denti, rinfresca l’alito, facilita l’espulsione dei batteri cattivi a carico della bocca, ma non solo …

I grassi insaturi, in pratica, si insinuano agevolmente negli spazi interdentali raccogliendo la “sporcizia”, la stessa che poi trascinano via con sé.

Secondo la medicina ayurvedica, ma anche secondo la nostra medicina, quella occidentale definita “tradizionale/convenzionale”, una corretta igiene orale previene innumerevoli malattie (vedi infiammazioni del fegato, della pelle, intestinali …)

Il benessere della bocca concorre a quello del sistema immunitario, e l’ Oil pulling è da considerarsi a tutti gli effetti un trattamento detossinante e ricostituente, per il fisico.

Senza parlare del fatto che un sorriso sano, bello e raggiante favorisce le relazioni interpersonali, con la conseguenza di innalzare umore e autostima.

Ma cos’è esattamente l’ Oil pulling? Come si esegue?

Partiamo dall’occorrente:

  • 1 cucchiaio di olio vegetale spremuto a freddo. Oli di cocco, di sesamo o di girasole vanno bene.

  • 1 bicchiere di acqua salata tiepido calda (far sciogliere 1 cucchiaino di sale grosso)

  • 1 spazzolino preferibilmente ecologico

  • 1 pasta dentifricia preferibilmente biologica, senza fluoro

  • 15-20 minuti di tempo

Procedimento:

Appena svegli, a stomaco vuoto, riempire un cucchiaio da tavola con un olio vegetale a scelta tra quelli sopra indicati, e portarlo alla bocca. Cercare di trattenerlo, distribuendolo sulla superficie dei denti per mezzo della lingua. Suzione e spinte pari a quelle effettuate con il collutorio (gonfiando e sgonfiando dolcemente e ripetutamente le guance), risultano indispensabili per la buona riuscita del trattamento.

*Non gargarizzare, perchè si rischia di ingerire l’olio.

**Non inghiottire, perchè l’olio ingloba batteri e tossine, e farli tornare in circolo esula dal nostro obiettivo!

***La saliva faciliterà la distribuzione dell’olio nell’intero apparato.

Trascorsi 15 minuti (meglio 20′, se è nelle nostre possibilità) – durante i quali avremo approfittato per farci una doccia rigenerante, o per dello stretching, o per preparare la colazione – sputiamo energicamente l’olio, in più puntate consecutive. L’olio sarà divenuto spumoso e biancastro.

E’ buona cosa sputare l’olio nel WC, per non intasare le strette tubature del lavandino.

Discorrendo dei benefici dell’ Oil pulling, la mia migliore amica mi ha chiesto, dubbiosa, come accertarsi di aver asportato tutto l’olio dalla bocca, al termine del trattamento.

Ebbene, liberatici dell’ olio, ora si sciacqua la bocca con l’acqua tiepida salata precedentemente preparata e ci si lava i denti con spazzolino e dentifricio, come di consueto.

Ora è consigliabile idratarsi, bevendo due bicchieri di acqua fresca. L’ Oil pulling asciuga la bocca, perchè richiama tanta saliva.

E’ bene anche fare colazione, al termine della quale, ci si può risciacquare la bocca. Non è necessario lavare i denti nuovamente con spazzolino e dentifricio!

Ti potrebbero interessare i miei articoli su spazzolini e dentifrici biologici (Lamazuna e Greenatural

Cosa aspettarsi da questa antica tecnica ayurvedica?

  • Denti più bianchi

  • Prevenzione di carie, tasche gengivali, tartaro, placca

  • Alito fresco

  • Riduzione della probabilità di contrarre infezioni

Durante i miei ormai lontani soggiorni in India e Sri Lanka, assistevo un po’ affascinata e un po’ scettica all’esecuzione di questa pratica da parte dei locali, miei amici, senza pur mai spingermi a provarla direttamente.

Qualche settimana fa, Alice, gentile titolare di Ecco Verde Italia e-storemi ha offerto di provare l’ Organic Dental Oil de Pure Skin Food, marchio austriaco di cosmesi eco-bio d’avanguardia, del quale lei stessa è molto fiera.

Pure Skin Food è celebre per aver adottato l’ingegnoso sistema cosmetico orientale Layering, dove i prodotti puri, come oli, burri, cere, polveri minerali e idrolati vengono addizionati alla pelle uno dopo l’altro, in un rituale ben preciso, trasformandosi in una seduta di bellezza naturale senza eguali!

Avremo modo di approfondire anche questa bella storia, ma ora torniamo al nostro rimedio naturale di Oil pulling, per risciacqui a trazione, per una perfetta e completa igiene orale.

PURE SKIN FOOD

Organic Dental Oil

L’olio orale Pure Skin Food è speciale, perchè innanzitutto lo riveste un resistente vetro verde, ideato per conservare integri prodotti sensibili come le miscele d’oli.

L’ Oil pulling Pure Skin Food è composto da un tris vincente d’oli vettore: il sesamo, l’ oliva ed il cumino; quest’ultimo è noto per le sue proprietà purificante, antiossidante e decongestionante. Il cumino è usatissimo dai mastri saponai, in ragione della sua versatilità e della sua elevata compatibilità con la pelle e le sue mucose.

Nell’ olio-elixir Pure Skin Food, sono presenti anche mirabili estratti botanici tra cui calendula e rosmarino.

L’olio essenziale di limone completa la formula del sorriso perfetto!

Le mie impressioni

Ho usato quotidianamente l’ Oil pulling Pure Skin Food, per un mese, nella dose di un cucchiaino (invece di un cucchiaio), come suggerito dall’ azienda.

Non è stato assolutamente traumatico l’approccio con l’olio di prima mattina. Io, però, forse non faccio testo, in quanto già avvezza all’ingestione di oli vegetali. Assumo quello biologico di semi di lino, dopo i pasti, per integrare omega 3-6.

La sensazione nel tenere un olio nel cavo orale non è poi così disgustosa. L’olio Pure Skin Food è caratterizzato da un aroma fresco, energizzante e delizioso!

So che siete curiosi di conoscere i risultati che ho ottenuto

dall’ Oil Pulling.

Beh, è importante dire che sto ancora portando l’apparecchio ortodontico (me ne sbarazzerò definitivamente tra non molto). Va da sé che l’ Oil pulling sia per me, a maggior ragione, uno step importante, all’interno di un’igiene giornaliera già curata e attenta!

L’olio dentale Pure Skin Food mi aiuta a mantenere chiara la dentatura. Bevo cinque tazze di the al giorno e due di caffè. Necessito, senza dubbio, di un’efficace azione sbiancante!

L’olio in questione sfiamma le gengive e le labbra spesso martoriate da vescicole e piaghe.

A trattamento concluso, puntualmente, mi gocciola il naso. E’ questo un buon segno per l’Ayurveda: il corpo, tramite gli stimoli derivanti dall’ Oil pulling, butta fuori ciò che non gli serve, e lo fa anche attraverso naso e orecchi.

Continuerò CERTAMENTE a portare avanti questa preziosa tecnica di pulizia indiana! Penso che proverò anche l‘olio di cocco vergine e biologico, dal gusto dolce e goloso, sia per curiosità, sia per compararlo con il pregiato Pure Skin Food.

Cuori belli, chi di voi conosce e pratica questo rituale benefico tutto orientale?

Vi piace l’idea di prendervi cura del vostro sorriso in maniera alternativa e naturale?

Vi saluto e abbraccio calorosamente!

Vanessa

P.S Dò un caldo benvenuto alle ultime due iscritte, i cuori verdi Marta e Claudia!

Ci vediamo su Instagram app stories+direct per qualche bio chiacchiera edificante!

ecobiogirls

3 Commenti su Oil pulling: il benessere in un sorriso! Pure Skin Food con Ecco Verde – review

  1. I think this is one of the most vital information for me. And i am glad reading your article. But should remark on some general things, The web site style is great, the articles is really nice : D. Good job, cheers

  2. When I initially commented I clicked the -Notify me when new feedback are added- checkbox and now each time a remark is added I get 4 emails with the identical comment. Is there any method you may remove me from that service? Thanks!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo articolo ti é stato utile?