Nour Sapone di Aleppo liquido

  • Quantitá: 250 ml
  • PAO: 12 mesi
  • Prezzo: 10 €
  • Inci: Aqua, potassium olivate, potassium laurate, potassium cocoate, coco glucoside, laurus nobilis leaf extract*, olea europaea leaf and fruit extract*, olea europaea fruit oil*,
    sodium chloride, parfum, CI 757810. (*da agricoltura biologica e biospontanea)
  • Certificazioni: AIAB, Cruelty free, senza parabeni e nickel tested.

Nour sapone liquido di Aleppo é da considerarsi un prodotto a tutti gli effetti medicamentoso, poiché vanta proprietà lenitive, antisettiche, tonificanti, disinfiammanti, antietà ed emollienti.
Esso contiene ingredienti tanto semplici quanto pregiati, ed ha una formula ben bilanciata. É caratterizzato da estratto di alloro al 30%, percentuale questa rispondente a tutte le esigenze e dalle innumerevoli proprietà terapeutiche. L’alloro, infatti, è nello specifico un riequilibrante naturale della cute, regola l’equilibrio sebaceo e previene acne e infiammazioni, prevenendo l’effetto rebound.

Questo sapone viene consigliato per la detersione di viso, mani, e corpo, data la sua delicatezza.

Vedi gentilmente qui articolo approfondito su sapone di Aleppo: origini, e guida all’uso.

Packaging e caratteristiche sensoriali 

Il suo packaging moderno, leggero, ma resistente, molto pratico mantiene tutte le preziose virtù del sapone di Aleppo.

Ha un profumo balsamico di legni di bosco, resina di pino vivificante e pacificante, che mi accompagna tutta la mattinata.
Il suo colore verde intenso, oltre ad evocare quello della pianta di alloro, trasmette energia positiva,  sensazione di profonda tranquillitá.

La mia testimonianza

Premettendo che la mia pelle é secca, sensibile ed intollerante a molti saponi e detergenti (mi creano spesso prurito e fastidiosa sensazione di stiramento), posso dire certamente che Nour sapone rispetta il mio Ph e non mi crea alcun disagio, anzi: dopo l’uso, sento la pelle morbida, elastica, ben idratata e a lungo ristorata. Lo considero eccellente per la pelle del viso: garantisce una pulizia profonda e rispettosa, tanto il mattino, quanto la sera. Rimuove i residui di make up efficamente!

Siccome mi è piaciuto molto, ed uso anche la versione solida (esattamente come Vanessa grande estimatrice di questo sapone e portatrice di pelle mista ed eczema migrante cronico) l’ho proposto anche a mio figlio che soffre di dermatite atopica; se lo porta sempre con sé in piscina e al campo scout, e ne trae gran giovamento.

Mi sento di consigliare questo detergente alle persone che presentano problematiche cutanee, quali allergie, intolleranze, psoriasi, dermatosi, pelli delicate, sensibili, reattive, seborroiche (come cura e prevenzione) e a chi vuole farsi una coccola tutta salute.

Ricordo che il Nour sapone di Aleppo rappresenta un valido aiuto nella stagione calda, nell’allontanare insetti indesiderati, poiché la sua fragranza é a molti di essi sgradita.

Puó, altresì, essere usato come sostituto dello shampoo, su chiome corte e medio corte e soggette a forfora.

Un ringraziamento all’azienda

Vanessa ed io ringraziamo di vero cuore Ebla Cosmetics, per averci omaggiato delle referenze cui va più fiera, le stesse cui siamo affezionate da tempo. Basti dire che stimavamo Ebla ancor prima di sapere che si chiamasse così…

Ebla é l’azienda Toscana nata 11 anni fa grazie una pionieristica operazione di selezione sul sapone di Aleppo originale che ha portato, negli anni, a sviluppare una linea completa ecosostenibile, non convenzionale e dermoaffine di cui è leader indiscussa.

Ebla non a caso é il nome di un antichissimo (IV millennio a.C.) quanto fiorente regno della Siria del Nord, poco distante da Aleppo.

Resti dell’antico Regno Ebla
Foto Fonte “Imparare con la storia – blogger “
Mappa Ebla Syria

Ebla é aperta a nuove sfide e per questo produce e confeziona anche per conto di terzi, offrendo un servizio a tutto tondo.
L’azienda si pregia di un reparto di produzione che narra la storia della cosmetica italiana, reperti storici che oggi contribuiscono alla creazione di linee di bellezza all’avanguardia (vedi ad esempio etichettatrice Neri della Manetti Acqua di Rose)

I prodotti Ebla si stanno diffondendo a macchia d’olio, data la loro richiesta massiccia da parte di aziende e consumatori sempre più sensibili verso una cosmesi consapevole ed eco-compatibile, in una parola: “bellessere”.

Le referenze Ebla sono attualmente reperibili presso il reparto erboristico dei migliori supermercati italiani (vedi Interspar e Aliper) e catene Naturasì, Biosapori e Cuore Bio, a prezzi equi, conferma ulteriore della integrità e lungimiranza di questa solida azienda.

Nour é innanzitutto figlia di un progetto Ebla etico, equo e solidale. Esso fonda le sue radici nel valore inestimabile dello scambio culturale, nella passione, nella tradizione e nel totale rispetto dell’ambiente e delle persone.

Nour é sinonimo di sapone di Aleppo, il migliore qualitativamente presente sul mercato.

Acquistare Nour significa fare la cosa giusta per sé stessi, la propria famiglia ed é anche un modo per tendere la mano a chi, in questo momento storico, sta subendo le atrocità di una guerra inutile. Ed é a causa di questo conflitto senza fine che Ebla si é trovata costretta ad arrendersi di fronte a tanta disumanizzazione e trasferire la filiera in Europa, mantenendo pur sempre viva la tradizione millenaria siriana.

Se ancora non conoscete il Nour sapone di Aleppo, vi invitiamo caldamente a provarlo. Siamo sicure che diverrà il vostro must have in casa, in viaggio, ovunque!

Non esitate a porci domande e dubbi in merito a questo Signor sapone.

La differenza tra il formato solido e liquido potrebbe essere un quesito interessante.
In breve, possiamo dire che la versione solida é più versatile, si presta ad innumerevoli usi (come quello di cospargere i cassetti delle sue scaglie sottili, per garantire freschezza della lana, tutta la stagione). Il panetto solido é anche l’originale, racconta una storia affascinante, riporta il sigillo arabo e dura molto. Può essere affettato ed il restante conservato in luogo fresco.

La versione liquida, é invece, più pratica, easy. Il dispenser lo rende particolarmente igienico e idoneo all’uso famigliare e per gli ospiti.

Altra differenza sta nel fatto che quello solido, contenendo ovviamente maggiore parte grassa e di conseguenza minor quantità d’acqua, a lungo andare rischia di “intasare” i tubi delle case più datate. I lipidi vegetali di cui é composto, aderiscono alle pareti delle tubature, creando una patina viscida che é bene rimuovere periodicamente per mezzo di acqua calda (non bollente) aceto e bicarbonato di sodio, magari aiutandosi con uno scovolino. Niente di drammatico, comunque!

Tale pratica vale per TUTTI i saponi solidi che utilizziamo quotidianamente!

Con questo é tutto, cari cuori verdi.
Vi diamo con gioia appuntamento al prossimo verde articolo concernente un’altra delle gemme d’Ebla: “Il Granaio di Firenze”

Un eco abbraccio

Stefania e Vanessa

 

 

 

 

ecobiogirls

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo articolo ti é stato utile?