Ciao bellissimi cuori verdi,

Com’è iniziato questo Autunno? Spero nei migliore dei modi!

Oggi, vi ho invitati qui, per un buon te, biscottini e quattro chiacchiere edificanti in amicizia.

Qual è il disagio fisico/estetico che ricorre maggiormente in questa magica stagione?

La caduta dei capelli!

Già, i capelli piangono, in Autunno così come le foglie!

Confidare in un rimedio miracoloso per contrastarne l’effluvio, è una scelta assai discutibile. La Natura deve fare il suo corso e un pochino ci si deve rassegnare.

Cosa, però, possiamo fare per sostenere la nostra chioma e per farle superare nella maniera più facile e indolore questo ciclo inesorabile, portandola quasi indenne alla Primavera?

In questo breve articolo, vi svelo i miei principali segreti (perchè ne custodisco molti altri che condividerò strada facendo) per garantirmi capelli resistenti e lucenti anche in Autunno.


Acqua e Sole 

Ragazzi, allo scopo di mantenere in salute capelli e organismo in generale, bisogna tenere a mente almeno due elementi: acqua e luce.

L’acqua è alla base della vita stessa. Non può mancare nella nostra quotidianità. Spesso, tuttavia, ne beviamo troppo poca, e paradossalmente ne sprechiamo una quantità vergognosa per attività diverse e mai prioritarie, come ad esempio lavare l’auto (che potrebbe, invece, attendere la prima pioggia, per tornare a risplendere) ecc ecc

Geyser islandese

Dobbiamo metterci in testa che idratarsi è fondamentale per il benessere psicofisico.

La matrice dei nostri fusti è costituita da acqua che li rende elastici e robusti. Se il capello è disidratato, si opacizza, si indebolisce, si assottiglia e poi cade prematuramente. Gli americani chiamano questo fenomeno “il suicidio dei baby-capelli”, ovvero quelli che muoiono prima di arrivare a maturità.

Tante tantissime sono le cause insite nella perdita dei capelli. Qui, oggi, ci focalizziamo su quelle che colpiscono il normo-capello, quello generalmente sano, eppure soggetto a fisiologica caduta stagionale.

E a chi non “piace” l’acqua?

L’acqua è impossibile che non piaccia. Esistono individui, come la mia cara nonnina, che faticano ad assumere la giusta dose di acqua al dì, perchè la ritengono troppo fredda o insipida, o perchè crea pesantezza, oppure è troppo calcarea ecc ecc

I palati e gli stomachini sensibili e/o viziati, sappiano che anche per loro c’è la soluzione: qualunque bevanda non zuccherata e non gassata, contribuisce ad innalzare la dose giornaliera di liquidi!

Bene tisane, infusi di frutti ed erbe, centrifugati, latte vaccini, latte vegetale, orzo, the ecc ecc

Diffido da chi impone un quantitativo d’acqua standard, tipo 2 litri al dì. Importante è berne almeno uno, ovvero idratarsi prima ancora di avere la sensazione di bocca asciutta o di secchezza oculare! Impariamo ad ascoltarci!


La vitamina D

La vitamina D è, prima ancora della celeberrima C, la vitamina più importante per la nostra salute, quindi anche per quella delle nostre chiome. La fotosintesi si compie grazie al calore, all’energia solare. La vita dipende dall’acqua e dalla luce, ricordiamocelo!

La Vitamina D è la vitamina del sole, quella di cui facciamo scorta maggiormente nella stagione estiva e che si accumula nel fegato, come riserva, per i mesi successivi di buio e umidità.

La vitamina D sintetizzata in estate, beneficia ossa, sistema immunitario, pelle, capelli, cervello, sistema ormonale, tutto!

Essa è anche chiamata la vitamina del buonumore perchè stimola la serotonina, un neurotrasmettitore, un ormone sintetizzato nell’apparato gastrointestinale e nel sistema nervoso centrale.

La serotonina regola innumerevoli funzioni vitali, quali il sonno e la veglia, il senso di sazietà, la memoria e, come dicevamo il buonumore.

Il buonumore non è un aspetto da sottovalutare! Se siamo tristi, insoddisfatti e depressi, il corpo ce lo fa notare anche, ad esempio, reagendo con un’inaspettata caduta libera dei capelli.

Soffrendo di una malattia autoimmune che attacca la pelle, so bene quanto significativa sia l’esposizione solare periodica e controllata!

Allora, ricordiamoci di fare qualche camminata all’aperto (ne basta anche una a settimana. La vitamina D viene immagazzinata e usata a poco a poco dall’organismo) e di assumere alimenti ricchi in vitamina D quali burro, uova, carne rossa, e pesce. Se siamo vegetariani, buttiamoci su funghi, latte di soia, arance, e farina d’avena, tutti ottime fonti di questa preziosa vitamina.


Dopo questa semplice, ma doverosa introduzione sul sole e sulla luce, lasciate che vi mostri i migliori amici dei miei capelli di natura fragili e sottili:

Alimenti semplici e integratori

  • Orzo in polvere biologico. L’orzo vanta proprietà strabilianti, tanto da essere considerato addirittura un super food! Contiene ferro, vitamina C, zinco, fibre, antiossidanti, calcio, fosforo in dosi massicce. Io ne bevo dalle 3 alle 4 tazze al giorno! Badate di non prepararlo con acqua bollente pena la perdita dei principi attivi e delle vitamine.
  • Olio di lino (qui ne parlo approfonditamente) ricco in grassi Omega 3 e 6
  • Integratore Solgar di Vitamina D3 da olio di pesce. In verità sono tantissimi gli integratori che assumo ciclicamente per il mio benessere, come estratti di erba medica, di borragine, alga spirulina e così via. La vitamina D3 è però la più economica e priva di effetti collaterali, per cui mi sento di consigliarla a tutti. Ideale sarebbe che il vostro medico condotto vi confermasse la vostra compatibilità con la Vitamina che vi sto proponendo, a scanso di problemi 😉
  • Shampoo Girasole LaSaponaria (ne parlo qui) Uno shampoo delicato e districante che rende docile la capigliatura, la idrata e non la stressa, grazie agli estratti di cui è composto.
  • Elisir Le Erbe di Janas (ne parlo qui) per la cura di lunghezze e radici. Ottimi sia per l’esecuzione di massaggi rinvigorenti, sia per il leave in sul cuoio capelluto per tonificarlo.
  • Hennè Lawsonia Inermis. Il mio grande amore. (Ve ne parliamo qui) e qui 
  • Maschera Volga Zuccarancia (ne parlo qui). La migliore maschera capillare provata sinora, devo ammettere! Straripa di estratti botanici eccellenti e riattivanti, come ortica, luppolo, serenoa repens (o palma nana, anti testosterone libero), carotenoidi, burri vegetali pregiati ecc ecc. E’ possibile e conveniente distribuirla anche sulla base, oltre che sui fusti. Ammorbidisce, disciplina, illumina, nutre, rafforza, profuma e non unge! Perfetta anche per capelli ricci e grassi.
Anche in piscina

  • Mix d’oli Phitofilos Armonia d’Africa e Armonia Orientale. Due impacchi favolosi che noi ecobiogirls abbiamo testato lungamente e di cui ci siamo innamorate. Li lascio agire tutta notte e poi li lavo via agevolmente con una passata di shampoo. Risultato: elasticità, robustezza e setosità, grazie ad oli di argan, marula, abissinia, sesamo, riso, albicocca e all’estratto magico di amla ( anche detta uva spina indiana che si pronuncia “AMALA”. L’ho imparato in India… ahaha)

  • Shampoo doccia energizzante della Linea giovane Natù Officina Naturae. Un prodotto che mi sta conquistando. Realmente delicato e vivificante. Lo sto utilizzando alternandolo al mio shampoo abituale, quando sono in doccia e voglio far veloce. Contiene Malva, vitamina E, oli essenziali di arancio e lemongrass, per le chiome più sensibili. Bye bye forfora/pruriti, grazie anche a tensiattivi vegetali tra i più innocui.

  • Fluido modellante capelli ricci Maternatura e nuovissimi Cristalli liquidi Alkemilla. Benchè questi non siano prodotti in alcun modo curativi, ve li segnalo, perchè: non ungono, regalano splendore alla chioma e la ricoprono di un film invisibile protettivo! Il fluido al miele favorisce la formazione di onde e ricci soavi ( dà il meglio di sè a capello bagnato e asciugato all’aria); mentre i cristalli Alkemilla, per capelli rossi (i miei sono hennati) sigilla punte e lunghezze e dona una discreta luminosità. Non lascia residui, profuma di cocco e non appesantisce. (Ve ne parlerò debitamente).


Carissime patasnelle,

Concludo ringraziandovi di avermi letta sino a qui e raccomandandovi di scrivermi in privato, come sempre fate, in caso di dubbi perplessità o curiosità sui prodotti o sui temi affrontati!

Vi abbraccio forte!

Sorridete sempre!

ecobiogirls

1 Commento su capelli: rimedi anti caduta nel periodo delle castagne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo articolo ti é stato utile?